PADOVA - Italia

ORTO BOTANICO

Indirizzo:

Via Orto Botanico, 15 - 35123 Padova

Orari di apertura:

1 Marzo - 31 Marzo: 9.00-18.00 (dal lunedì al sabato), 10.00-18.00 (domenica e festivi); 1 Aprile - 31 Ottobre: 9.00-19.00 (dal lunedì al sabato), 10.00-19.00 (domenica e festivi); 1 Novembre - 28 Febbraio: 9.00-15.00 (dal lunedì al sabato), 10.00-15.00 (domenica)

ORTO BOTANICO

Clicca sulle foto per visualizzare gli ingrandimenti.


ORTO BOTANICO - Descrizione

Fondato il 31 luglio 1545, istituito come un Horto Medicinale dove coltivare, osservare, studiare e sperimentare le piante medicinali sia indigene che esotiche, rappresenta il più antico orto universitario del mondo. Il progetto dell'Horto Medicinale (detto anche Horto dei Semplici) viene attribuito al dotto patrizio veneziano Daniele Barbaro, divenuto poi Patriarca di Aquileia, e a Pietro da Noale, insigne professore di Medicina all'Università di Padova. Alla realizzazione del progetto contribuì sicuramente il bergamasco Andrea Moroni, il cui nome è legato a numerose altre opere architettoniche padovane.
E' di forma circolare di circa 85 metri di diametro, in cui è inscritto un quadrato, a sua volta suddiviso in quattro quadrati minori detti quarti, separati da due viali perpendicolari orientati secondo i punti cardinali, caratteristica ripartizione geometrica, ricca di riferimenti e di simbologie cosmologiche, proprie del periodo rinascimentale. Attualmente ogni quarto, provvisto di fontana centrale, è suddiviso in circa 250 parcelle disposte secondo differenti ed eleganti geometrie.
Le collezioni vive dell'Orto sono collocate prevalentemente all'aperto. Il numero delle piante coltivate è attualmente di circa 6.000 esemplari e la loro collocazione segue prevalentemente criteri tassonomici, utilitaristici, ecologico-ambientali e storici. Nell'arboreto si trova esposto, adagiato al suolo, un tronco di farnia (Quercus robur) subfossile vissuto intorno al 700 avanti Cristo, a testimonianza delle foreste che ricoprivano un tempo tutta la Pianura padana.
Nel 1997 L'Orto Botanico di Padova è stato inserito, come bene culturale, nella Lista del patrimonio Mondiale dell'UNESCO in considerazione del fatto che "è all'origine di tutti i giardini botanici del mondo e rappresenta la culla della scienza, degli scambi scientifici e della comprensione delle relazioni tra la natura e la cultura. Ha largamente contribuito al progresso di numerose discipline scientifiche moderne e segnatamente della botanica, medicina, chimica, ecologia e farmacia".
Il Giardino della biodiversità, nuova sezione dell'Orto botanico di Padova. L'edificio ospita le nuove cinque serre e si presenta come un unico piano di vetro, lungo 100 metri e alto 18. Un progetto avveniristico e high tech, progettato dall'architetto Giorgio Strappazzon. Lo stesso Renzo Piano durante una visita ha definito il nuovo edificio: «Un vero miracolo». Doveva essere pronto in massimo 3 anni, in tempo per Expo 2015, e così è stato. È stato rispettato anche il budget di 20 milioni di euro.